La Rivista

DONNE 2/2014

Abbiamo dedicato un numero alle donne senza alcuna pretesa di esaustività. Abbiamo interpellato i nostri interlocutori di sempre, gli studiosi, i politici e i giornalisti. Abbiamo seguito un “non metodo” e il risultato, seppur diverso, è ricco come quello dei numeri precedenti: ambiguità, doppiezza, ma anche ricchezza, mobilità, poliedricità.

rivista-201402-B04 sito

PROGRESSO 1/2014

Una parola filosoficamente illuministica, politicamente e scientificamente ottocentesca, apparentemente chiara, forse la più ambigua tra quelle esplorate sinora. Che cos’è progresso oggi? Qual è il metro per misurarlo? Chi può farlo? Domande che a loro volta ne suggeriscono altre, come in un susseguirsi di scatole cinesi.

progresso

XIII Foro di dialogo Italia-Spagna 3/2013

Dopo gli ultimi due anni in cui l’attenzione era concentrata sulla parola “crisi”, questa edizione ha avuto al centro degli incontri la parola “sviluppo”, sia per confermare che i due Paesi scommettono su una ripresa che ha già iniziato a manifestarsi sia per il ruolo propulsivo che entrambi possono svolgere in Europa.

la rivista 3.2013

BELLEZZA 2/2013

Una decisione sicuramente ardita quella dell’Arel di dedicare un numero della rivista alla Bellezza. Non perché la bellezza sia estranea al mondo o alla vita ̶ ci mancherebbe ̶ quanto per la difficoltà di trovare il filo, o almeno una parvenza d’ordine, nel mare magnum di un tema così grande.

bellezza

Le Pubblicazioni

TEMPO

Alla ricerca di uno o più fili d’Arianna

tempo

POTERE

Una democrazia difficile. Il potere in Italia da Aldo Moro a Silvio Berlusconi

potere

Le Ricerche