Smart-Working: questioni aperte

Milano 20/05/2019

Nell’ambito del Protocollo d’intesa AREL-Comune di Milano si è tenuto un incontro per fare il punto sugli sviluppi nell’applicazione dello smart working, in apertura della Settimana del Lavoro Agile 2019, alla Biblioteca Comunale Centrale, Sala del Grechetto, Palazzo Sormani.

Questa modalità di lavoro sempre più diffusa non è del tutto regolamentata però: le questioni toccate sono l’orario, il coordinamento, la sicurezza, la privacy; dall’altro lato, però, si aprono interessanti prospettive per quanto riguarda la riorganizzazione degli spazi lavorativi negli uffici e nelle città e la diversa modulazione dei tempi dei lavoratori all’interno della giornata.

L’incontro è iniziato con la presentazione della “Settimana del lavoro agile” di Cristina Tajani (Assessore Politiche del Lavoro, Comune di Milano). Ha poi introdotto il seminario Anna M. Ponzellini (Apotema) e sono intervenuti Simona Cuomo (SDA Bocconi School of Management), Armando Tursi (Università degli studi di Milano), Barbara Falcomer (ValoreD), Daniele Di Fausto (EFM), Valeria Innocenti (Assolombarda), Paolo De Nardis e Luca Alteri (Istituto di studi politici “S. Pio V”), Valerio Iossa e Roberto Munarin (Comune di Milano). Sono stati poi presentati tre casi aziendali da Federico Isenburg (Easy welfare), Giuseppe Della Rocca (Università della Calabria) e Francesca Bagnulo (Fisac CGIL UniCredit).