Mariantonietta Colimberti

Giornalista professionista, laureata in Lettere moderne presso l’Università di Roma “La Sapienza”.

È direttore della Rivista quadrimestrale AREL e responsabile delle pubblicazioni dell’associazione.

Ha ricoperto numerosi incarichi direttivi nell’ambito dei governi di centrosinistra, con Nino Andreatta ed Enrico Letta: co-responsabile dell’Ufficio stampa del ministero del Bilancio nel 1° Governo Amato (febbraio-aprile 1993); consulente dell’informazione del ministro degli Esteri nel Governo Ciampi (aprile 1993-aprile 1994); co-responsabile dei rapporti con la stampa del ministro della Difesa nel 1° Governo Prodi (maggio 1996-ottobre 1998); capo Ufficio stampa del ministro per le Politiche comunitarie nel 1° Governo D’Alema (ottobre 1998-dicembre 1999); capo Ufficio stampa del ministero dell’Industria nel 2° Governo D’Alema; capo Ufficio stampa del ministero dell’Industria e del Commercio estero nel 2° Governo Amato (maggio 2000-2001); portavoce del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel 2° Governo Prodi.

Ha fatto parte della redazione del quotidiano Europa dalla nascita (2003) fino alla cessazione delle pubblicazioni (2014), salvo l’interruzione durante l’incarico a Palazzo Chigi.

 

Pubblicazioni. Dirige la collana editoriale AREL-il Mulino dedicata a Nino Andreatta, del quale ha curato tutti i volumi editi dall’Associazione: Un anno per l’Italia (1994), L’opposizione dei Popolari (1994), Dal no al Governo Berlusconi alla scelta dell’Ulivo (1996), La riforma dell’ONU (2005), Andreatta politico ( con Enrico Letta, 2015 ).

Per la casa editrice SEU ha pubblicato, con Pietro Bria, Emanuele Caroppo e Patrizia Brogna, Trattato italiano di psichiatria culturale e delle migrazioni (2010).

Per “Europaquotidiano” ha scritto l’ebook, Ferro e fuoco. Ilva, una brutta storia italiana (2012), con prefazione di Enrico Letta.